salta al contenuto

Misure per il contenimento del contagio da Covid 19 - D.L. 137/2020 e decreto Ministro della Giustizia in data 13.01.2021

05/02/2021

Con provvedimento in data 4.1.2021,

il Procuratore della Repubblica ed il Procuratore Aggiunto

visto l'art 24 del D.L. 28 ottobre 2020 n. 137 che ha dettato «disposizioni per la semplificazione delle attività di deposito di atti, documenti e istanze nella vigenza dell'emergenza epidemiologica da covid-19>> e, in particolare, previsto - quanto al deposito di memorie, documenti, richieste e istanze indicate dall'art. 415 bis c.p.p. – che esso avviene esclusivamente mediante deposito dai portale del processo penale telematico individuato con provvedimento del Direttore Generale del DIGISIA, con le modalità stabilite nel decreto stesso . 11 deposito <<si intende eseguito al momento del rilascio della ricevuta di accettazione da parte dei sistemi ministeriali, secondo le modalità stabilite dal provvedimento»;

rilevato che il Direttore Generale DIGISIA, in data 4.11.2020, ha individuato nel Portale Deposito atti Penali di cui al provvedimento direttoriale n. 5477 dell'11.5.2020 lo strumento da utilizzare per il deposito degli atti di cui all'art. 24, I comma, D.L. 137/2020;

vista l'attuale organizzazione dell'Ufficio quanto ad accesso degli utenti e a modalità di deposito, di atti e richieste, telematico di cui all'ordine di servizio del 20.11.2020;

rilevato che con ulteriore decreto del Ministro della Giustizia del 13.1.2021, come previsto dall'art. 24, H comma, del D.L. 137/2020, sono stati individuati ulteriori atti per i quali è stato reso possibile il deposito telematico analogamente a quanto previsto per le memorie, documenti, richieste e istanze indicate dall'art. 415 bis c.p.p.: si tratta della istanza di opposizione alla archiviazione indicata dall'art. 410 c.p.p.; della denuncia di cui all'art. 333 c.p.p.; della querela di cui all'art. 336 c.p.p. e delle relativa procura speciale; della nomina del difensore e della rinuncia, revoca del mandato di cui all'art. 107 c.p.p.,;

rilevato che l'art. 24, VI comma del D.L. 137/2020 stabilisce , anche per questi ulteriori atti indicati dal Ministero della Giustizia che «l'invio tramite posta elettronica certificata non è consentito e non produce alcun effetto di legge»;

rilevato che per tutti gli altri atti, documenti e istanze diversi da quelli sin qui esaminati e di cui ai commi I e II dell'art. 24 del D.L.137/2020 "è consentito il deposito con valore legale mediante posta elettronica certificata inserita nel Registro Generale degli indirizzi di posta elettronica certificata";

rilevato che con ordine di servizio del 20.11.2020 n. 5091 è stata disciplinato il deposito di numerosi atti presso l'indirizzo PEC (indicato in apposito provvedimento del Direttore Generale del DIGISIA) depositoattipenali.procura.vicenza@giustiziacertit: peraltro, in essi sono ricompresi gli atti che il

recente decreto ha previsto come depositabili in via telematica esclusivamente sul Portale, cosicché si rende necessaria una parziale modifica della attuale organizzazione ;

considerato che permane la grave emergenza connessa all'epidemia covid e che occorre continuare a limitare al massimo gli accessi presso il Palazzo di Giustizia, sicché gli Avvocati avranno cura di previlegiare l'inoltro degli atti in via telematica, prenotando l'accesso all'Ufficio solo come ipotesi residuale e secondo le disposizioni contenute nell'ordine di servizio del 2.7.2020;

a parziale modifica dell'ordine di servizio del 20.11.2020

DISPONE

CHE

  • LA ISTANZA DI OPPOSIZIONE ALLA ARCHIVIAZIONE INDICATA DALL'ART. 410 C.P.P.;
  • LA DENUNCIA DI CUI ALL'ART. 333 C.P.P.;
  • LA QUERELA DI CUI ALL'ART. 336 C.P.P. E LA RELATIVA PROCURA SPECIALE;
  • LA NOMINA DEL DIFENSORE, LA RINUNCIA, LA REVOCA DEL MANDATO DI CUI ALL'ART. 107 C.P.P.

siano depositate presso questo Ufficio esclusivamente secondo una delle seguenti modalità:

1) DEPOSITO DAL PORTALE DEL PROCESSO PENALE TELEMATICO

Il servizio è accessibile all'indirizzo http://pst.giustizia.it ai difensori iscritti nel ReGindE con "ruolo Avvocato" al Portale Servizi Telematici (PST):  per le modalità di accesso si veda il Manuale dell'Utente Portale Deposito atti Penali (PDP) pubblicato sul sito vvvvw.procura.vicenza.it.

L'atto del procedimento in forma di documento informatico, da depositare telematicamente deve rispettare i seguenti requisiti:

  • è in formato PDF;
  • è ottenuto da una trasformazione di un documento testuale, senza restrizioni per le operazioni di selezione e copia di parti; non è pertanto ammessa la scansione di immagini;
  • è sottoscritto con firma digitale o firma elettronica qualificata

I documenti allegati all'atto del procedimento in forma di documento informatico rispettano i seguenti requisiti:

  • sono in formato PDF;
  • sono sottoscritti con firma digitale o firma elettronica qualificata.
    Le tipologie di firma ammesse sono PAdES e CAdES. Gli atti possono essere fumati digitalmente da più soggetti purché almeno uno sia il depositante.
    La dimensione massima consentita per ciascun deposito di atti ed eventuali allegati è pari a 30 Megabyte.

Il personale dell'Ufficio 415 bis provvederà - per un mese (tempo necessario per verificare la sostenibilità e le eventuali criticità, oltre che diverse modalità organizzative coinvolgenti il Registro Generale) - alla verifica e accettazione, nonché alla stampa degli atti e:

  • quanto alle denunce e querele, a trasmetterle al Registro Generale per la successiva fase di iscrizione ;
  • quanto alle opposizioni alle archiviazioni, a provvedere alla loro gestione;
  • quanto alle nomine dei difensori, rinunce e revoche , a trasmetterle alle Segreterie che hanno in gestione i procedimenti relativi .

Il deposito effettuato su email pec o peo dell’ufficio << non è consentito e non produce alcun effetto di legge>>.

2) DEPOSITO CARTACEO PRESSO IL REGISTRO GENERALE

ESCLUSIVAMENTE

PREVIA PRENOTAZIONE TRAMITE PIATTAFORMA ON LINE SUL SITO www.procura.vicenza.it

oppure

PREVIA PRENOTAZIONE TELEFONICA AL NUMERO 335 -8200283 effettuabile dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:30 alle 13:00, anche per lo stesso giorno.